Intervista a Benedetta De Martis, nuova presidente nazionale dell’ANGSA

Appena eletta dall’assemblea nazionale del 28 e 29 gennaio 2017, la nuova Presidente Benedetta Demartis è stata intervistata dal sito Per noi autistici. Durante l‘intervista integrale, intitolata  “Sono solo un genitore che porta avanti i bisogni e denuncia”, Benedetta ha presentato i principali obiettivi dei prossimi mesi e lo spirito con cui affronterà questo compito. “La volontà e l’entusiasmo” di chi si propone di “unire, allargare, lavorare insieme”. Tra le risposte:

Gli obiettivi sono più di uno. Parto dal più immediato: rivedere il nostro statuto. E’ obsoleto: la mancanza di indicazioni adeguate al contesto che è cambiato rispetto agli anni in cui è stato stilato ha portato spesso all’impossibilità di gestire la conflittualità tra le diverse associazioni. Bisogna rendere tutto più chiaro e fluido perché le cose da fare sono tante. Una delle più importanti: fissare delle linee guida per gli autistici adulti soprattutto gravi. E’ necessario per delineare bene i servizi adeguati che finora non lo sono stati perché non potevano contare nemmeno sulla forza del diritto che stabilisse per scritto come dovevano essere. I diritti degli autistici adulti spesso sembrano dettati dalle rette delle convenzioni, da qui dipende la qualità dei servizi. Sto riunendo i migliori specialisti per capire cosa si deve fare per una persona autistica dopo i 18 anni, per garantire una vita migliore. Metterò intorno ad un tavolo di lavoro chi lo sta già facendo gratuitamente, allargando ad altri per definire insieme le regole.”

I commenti sono chiusi