Autismi: Aspetti clinici, farmacologici e sociali un approccio integrato.

L’Autismo è un Disturbo Generalizzato dello Sviluppo, studiato da molti ricercatori in quanto sono sconosciuti i meccanismi che lo determinano. Numerose sono le teorie biologiche e psicologiche che tentano di spiegarlo; tuttavia non si conoscono ancora le basi neurobiologiche di tale disturbo.

I Disturbi dello Spettro Autistico sono caratterizzati da anomalie dell’interazione sociale, della comunicazione verbale e non verbale e da interessi e comportamenti ripetitivi e ristretti. Si manifestano generalmente entro i primi tre anni di vita e sono per lo più associati a differenti gradi di ritardo cognitivo.

La presa in carico del soggetto affetto da Autismo, richiede un intervento complesso, che deve essere realizzato con l’obiettivo di operare mettendo in sinergia la rete dei servizi, il cui nucleo iniziale e fondamentale è rappresentato da una politica socio-assistenziale condivisa da figure professionali, enti, istituzioni e associazioni.

I disturbi dello spettro autistico, più o meno gravi, hanno una frequenza che aumenta ogni anno e che è arrivata a 1,5% nei bambini di 8 anni degli USA (indagine CDC riferita al 2010). In Italia se ne riconoscono molto meno, ma se valessero le stesse percentuali americane sarebbero 7.500 bambini di 8 anni e circa 100.000 fra i minori di 18 anni.  In Italia oltre i 18 anni quasi nessuno è riconosciuto con questa diagnosi, ma i giovani e adulti con autismo pure esistono, con tutte le loro necessità che restano senza risposte.

Il Seminario ha lo scopo  di presentare una panoramica degli aspetti clinici dello spettro autistico con suggerimenti di buone prassi da attuare con pazienti affetti da autismo,  l’uso dei farmaci con protocolli medico e legali. Sarà dato spazio alla discussione e ad eventuali temi da approfondire in seno al seminario o con altra programmazione.

AULA C
Piano Rialzato, Polo A. Vallisneri
Via Ugo Bassi, 58/B
Padova

Per sapere tutta la programazione: pieghevole

Download (PDF, 456KB)

I commenti sono chiusi